mercoledì 27 marzo 2013

a cosa penso

mentre corro?
di solito ho pensieri banali, quali la lista della spesa, i programmi settimanali, la soluzione ad un problema
oggi invece, all'uscita quotidiana, ho pensato a Paolo, un ragazzo di 41 anni che domenica alla Maremontana,un trail di 47km a Savona, ha perso la vita a causa di un arresto cardiaco dovuto all'ipotermia.
Ex  centrocampista del Modena e delle giovanili del Genoa, Paolo stava percorrendo il tratto su Monte Acuto, a 700 metri sul livello del mare, quando forse per il freddo intenso ha avuto un malore. Ponzo è stato assistito dal Soccorso alpino e trasferito all'ospedale Santa Corona di Pietra Ligure dove è deceduto poco prima delle 22.
...pensavo ai corsi Cai che ho frequentato,  che sia fiori di montagna, escursionismo, gps, orientamento, geologia, o meteologia, non solo per curiosità di sapere, ma spero tanto mi torneranno utili per saper leggere una cartina, interpretare una vaziazione meteo, ad utilizzare l'attrezzatura ed un abbigliamento adeguati...

un pensiero a Paolo che ora corre nei pascoli del cielo e alla sua famiglia.

work in progress

mi consolo con lulu belle di primavera

venerdì 22 marzo 2013

ciao Pietro

Lo sport insegna che per la vittoria non basta il talento, ci vuole il lavoro e il sacrificio quotidiano. Nello sport come nella vita

mercoledì 20 marzo 2013

giornata della felicità

non è facile trovare la felicità dentro di noi ed è impossibile trovarla in qualsiasi altro posto
questa è felicità: la prima volta che l'orchidea fiorisce in ufficio!

venerdì 15 marzo 2013

Benvenuta Sofia

accappatoio grande e bavaglino per Sofia, la quarta bimba di una collega di Renzo, non sono carini??

giovedì 14 marzo 2013

13 marzo

nonostante il telefono che squillava. il campanello alla porta, qualcuno in attesa, ieri sera sentendo il cinguettare di un uccellino ho aperto la finestra dell'ufficio, e mi son fermata ad ascoltare, come incantata tra i tanti rumori del centro, che sia l'inizio di una primavera tanto attesa?

lunedì 11 marzo 2013

marcia dei castelli



10.03.2013  Colfosco (TV)  Marcia dei castelli  km 6-13-21 
Una mattinata nebbiosa e umida ma che ha attirato, secondo gli organizzatori, oltre 3200 tra podisti e camminatori alla marcia dei castelli. Dopo la maratona di domenica scorsa e le otto ore di fiera di ieri pensavo di essere più stanca e incontrare qualche difficoltà nella corsa, ma sarà il piacere di correre con molti amici, sarà che è una delle corse che preferisco in assoluto (la mezza collinare), ho corso veramente molto bene. I primi chilometri sono sempre un po’ intasati, le stradine sono strette strette e bisogna saltellare sulle pozzanghere, a breve la deviazione dal percorso dei 13km e finalmente si può correre. E’ senza dubbio uno dei percorsi più panoramici e le salite non sono particolarmente impegnative, tanto da lasciare rifiatare e recuperare nelle discese. A perdita d’occhio filari di vigenti e ulivi, mentre sui prati e colline sono fiorite primule, crocus e violette. Giro del castello e lunga discesa concludendo il 2:02 alla cantina Collalto, dove sono già iniziate le premiazioni.

abilmente vicenza

solo alcune foto della sempre bella ed interessante fiera di Vicenza, che è una vera maratona tra gli stand di ricamo creativo, un salasso per il portafoglio, ma soprattutto un incontro con le appassionate amiche trivenete e.. non solo.

corro ma...anche ricamo

questo era pronto già a s.valentino
le tre civette sul comò


martedì 5 marzo 2013

TV Marathon



10° maratona di Treviso ore 9,45 Ponte di Piave -Treviso



Al via la 10^ edizione della TvMarathon con le tre partenze da Vidor, Vittorio Veneto e Ponte di Piave, tre partenze, una unica emozione!circa 3600 gli iscritti, ancora un record!

Ponte di Piave sarà la mia partenza, già decisa lo scorso anno con l’iscrizione a maggio. Da qui partiranno anche i roller e i disabili, a seguire, tutti noi, quasi 900. La temperatura è intorno ai 2-3^ ma si alzerà notevolmente durante la mattinata. I soliti riti, cambio,consegna sacche, bagno, bagno, bagno, e siamo alla linea di partenza. Volano i palloncini tricolori e mi salutano Ita e Laura. Il percorso sarà quasi sempre su strade esterne ai paesi che attraverseremo, Negrisia, Roncadelle, Cimadolmo, S.Maria di Piave, S.Lucia, pertanto il pubblico sino a Ponte della Priula è veramente scarso. Stò correndo a 5’10-5’20, i pacer delle 3:45 sono ben dietro e nei lunghi rettilinei solitari sono evidenti quasi in anticipo i cartelli con la segnaletica dei km. Sono alla mezza in 1:52, molto bene!. Arrivo a Ponte della Priula giusta in tempo per il sorvolo aereo tricolore, è sempre una forte emozione! Ci incrociamo con i maratoneti che arrivano da Vittorio e Vidor e il pubblico è calorosissimo! Salito il ponte, la testa inizia a girare, ho caldo, ho sete, tolgo la bandana, apro il colletto della maglietta, neppure il venticello fresco mi aiuta. Inizio a guardarmi in giro, come un assetato nel deserto, alla ricerca di qualcuno che abbia una bottiglietta con qualsiasi cosa dentro. Mi fermo quando vedo la coca-cola, due sorsi e riprendo la corsa. Ma ormai, la testa non riesce a reagire al disagio, alla difficoltà, e il tempo che avevo di vantaggio sui pacer si assottiglia, perdo molto nella seconda parte di corsa. Inizio al alternare qualche passo alla corsa, mi bruciano i piedi e si tappano le orecchie (un calo di pressione? 90/60, il ciclo?) la gola è sempre arida e sento qualche crampo al polpaccio sinistro. La crisi non è passata, ma forse un po’ di orgoglio rimasto, un po’ la speranza che tra poco sarà finita., negli ultimi chilometri riprendo a “correre” un po’ meglio, anche se disidrata e stanchissima, ultimo chilometro in centro storico a Treviso e chiudo in 3:58.

foto di Giovanni S.
Ho pensato e pregato per Vale, alla sua vittoria sulla brutta “bestia”!