martedì 28 febbraio 2012

the Iron Lady

Margaret Thacher, la sola donna nel nostro Occidente diventata Primo Ministro. E in un Paese come la Gran Bretagna scopertamente maschilista, classista anche oggi e quasi morbosamente legato alle tradizioni, chiuso perciò al nuovo ea tutto quello che sembra infrangerlo. Il film racconta la sua storia straordinaria, fino ai giorni nostri che l'hanno vista quasi ritirarsi in sè stessa. Il grande merito del film, però è nella recitazione stupenda di Meryl Streep. (giusto il suo terzo Oscar come miglior attrice protagonista).

titti x Carolina

x Carolina laurenda in medicina ho ricamato questo titti e confezionato su una agenda

lunedì 20 febbraio 2012

Renato Parolin

un appuntamento a cui non perdere, per condividere con il creatore di moltissimi schemi e la passione di molte amiche. Certo che a conoscerlo conferma che... l'abito non fà il monaco!!

le nevi del kilimangiaro


Nonostante sia stato appena licenziato, Michel è felice accanto alla sua Marie-Claire - alla quale è legato da trent'anni - e ai loro figli, nipoti ed amici più cari. Un giorno, la felicità di Michel e Marie-Claire viene spezzata da due uomini armati e mascherati che fanno irruzione nella loro casa e dopo averli picchiati e legati, li derubano. In seguito, quando Michel e sua moglie scoprono che l'aggressione è stata organizzata da Christophe, un suo ex-compagno di lavoro, un operaio che era stato licenziato insieme a lui, ne sono sconvolti, poi capiscono che l'uomo è stato costretto a rapinare per necessità.

Lillo & Greg


Simpatico e divertente lo spettacolo Sketch @soda dei duo comico romano, già seguito nel programma radio 610 su RaiRadio 2 ed ora anche presenti nel nuovo programma La7 The show must off.

venerdì 17 febbraio 2012

sovversiva io??

SEMINARE BIO: UN PIANO SOVVERSIVO?
Come creare una rivoluzione nel proprio cortile, terrazzo, giardino o balcone
Ciao lettore/lettrice, forse avrai sentito parlare di Roger Doiron, fondatore di "Kitchen Gardeners International" una rete non profit composta da 20.000 persone in 100 Paesi che si occupa di riportare la sovranità del cibo a livello locale.
La visione di Roger Doiron è contenuta in un video illuminante (a tratti anche esilarante) e noi la vogliamo condividere con te. Questo è un piccolo assaggio del suo pensiero:
"Il mio nome è Roger Doiron e coltivo un orto (e un piano) sovversivo. E' così sovversivo, infatti, che ha il potenziale per modificare radicalmente l'equilibrio del potere. Riconosco che le mie parole possono suonarvi come se dette dal Dottor Male (il malvagio del film Austin Powers), lo  capisco, ma vi giuro che io e lui non abbiamo nulla in comune. I suoi piani parlano di distruzione e segretezza, mentre i miei piani (orti) parlano di creazione e apertura. Il mio orto può funzionare solo se lo condivido con più gente possibile. E infatti ora lo condivido con voi ma mi aspetto che anche voi lo condividiate con altri.
 [...] L'orticoltura è un'attività sovversiva. Pensate al cibo come a una forma di energia ma allo stesso tempo una forma di potere. Quando incoraggiamo le persone a coltivare ciò che mangiano, le stiamo incoraggiando a riprendere il potere nelle proprie mani. Potere sulla propria dieta, salute e portafogli
E' sovversivo perchè incoraggia a sottrarre quindi il potere a qualcuno che lo detiene."

mercoledì 15 febbraio 2012

the artist


Tre Artist è un film muto del 2011 scritto e diretto dal francese Michel Hazanavicius, interpretato da Jean Dujardin e Berènice Bejo e girato interamente in bianco e nero. E' stata certamente una scommessa, anche rischiosa, ma è stato accolto con entusiamo dal pubblico e dalla stampa. E' stato presentato in concorso al Festival di Cannes, ha vinto tre Golden Globe, sette premi Bafta 2012 ed ha dieci candidature ai Premi Oscar 2012.

lunedì 6 febbraio 2012

BRRRRRRRRR


A Preganziol non c'era la neve,ma freddo anzi freddissimo.Alla prima del Campionato CPT 2012 moltissimi erano presenti al via, dal parcheggio del supermercato Lando, sprezzanti della temperatura, -7° per correre sulle tre distanze di 6-12 e 22 km circa.  Ma come si sà, non è tanto il freddo, ma a creare maggior difficoltà e a ridurre il rendimento sportivo è l'effetto del vento, vento fortissimo e gelido. Coprirsi troppo è dannoso e rendere i movimenti più impacciati, quindi si cerca di correre un pò più veloci.Nonostante questo per la lunga distanza ho impiegato quasi due ore.All'arrivo ho corso ancora verso l'auto, con l'andatura tra il baccalà e stoccafisso e senza neppure cambiarmi (non avevo l'ardore di espormi ancora al freddo)sono scappata a casa.

giovedì 2 febbraio 2012

gufi, che passione

con lo schema gentilmente regalato in una fetta di torta da Nonna Ardelia, ho realizzato modestamente questo simpatico, piccolo banner di gufetti! non sono carini???

mssion impossible

protocollo fantasma, al cinema, ancora un bel film d'azione e di immagini!

incontri-scontri

chi incontri mentre corri?
Cerco di correre in pausa pranzo, con la luce della giornata e nelle ore un pò meno fredde. Lungo il percorso incontro altri che corrono, ma quelli con la musica alle orecchie non riesco proprio a salutare. Quelli di nordicwallking poi ,chiacchierano tra di loro e non rispondono al saluto. Qualcuno fà legna e pulisce gli argini del Piave, altri sono occupati nei vigneti per la potatura. Ma venerdì sera ho ritardato nel rientrare dal solito giro e mi ha sorpreso il buio. Nell'ultima parte del percorso poi la boscaglia è più fitta e proprio in quel tratto ho sentito qualcuno che correva alle mie spalle. Ho provato ad accellerare ma quando ho capito che lui correva più forte di me, mi sono fermata di colpo e mi sono girata, "voglio vedere chi è"(cinque anni di karatè mi saran serviti a qualcosa?) "tranquilla, sono io" fiuuuuu, era un corsista di sci-alpinismo. Ok, proseguo e cala l'adrenalina e cado anch'io in una piccola discesa, forse su una radice e vado a cozzare solo con il viso. Niente di grave, le gambe sono a posto. Tanto che lunedì ho corso il lungo, anzi lunghissimo, 37km con un bel bel burian e non ho avuto problemi. Ieri , ancora un vento fortissimo ed ho rispolverato il tapis per 45' di fartlek, a sensazione e in salita.