lunedì 17 settembre 2012

pizzoc Trail 16.09.2012


 
1^Edizione Pizzoc Trail, gara di trail running, quasi 22km, 1600mt dislivello+, con giro ad anello a margine della foresta del Consiglio. Una prova in semi-autosufficienza con solo un punto ristoro, a metà percorso, al rinnovato Rifugio Città di Vittorio Veneto dove non saranno disponibili bicchieri di plastica. Anche questa gara aderisce alla campagna “io non getto i miei rifiuti” e debbo dire, una regola che è stata molto rispettata da tutti.


Partenza alle ore 8,00 dalla località di Mezzavilla di Fregona per quasi 150 atleti, mentre alle ore 6,00, sempre da qui, era partito il Troi dei Cimbri sulla distanza lunga di 55km con dislivello 3300+. Al ritiro del pettorale anche il controllo del materiale obbligatorio: una riserva di acqua di almeno mezzo litro con propria borraccia o camel bag, e una giaccia impermeabile con maniche lunghe, necessaria in caso di cambiamento di temperatura (lo scorso anno la gara era stata sospesa dopo un’ora dalla partenza a causa del cattivo tempo).
La partenza è sempre allegra e l’adrenalina è caricata a mille dalla musica e dello speaker, Alex Geronazzo, molto bravo.

Il percorso iniziale riprende lo stesso tracciato dell’ecomaratona dei cimbri, qualche borgata e l’attraverso alle suggestive Grotte di Caglieron, in direzione di Sonego: Sino al Pizzoc a 1560mt. è tutta salita, si cammina, si corre in fila indiana, quasi esclusivamente lungo sentieri, pochissimo su cemento o sterrato. Arrivo al rifugio in 2:07’,immerso nella nebbia e ritrovo alcuni amici dello Spirito trail che mi offrono anche una birra (?).Scelgo invece un thè caldo e indosso anche la giacca antivento, ora è quasi esclusivamente discesa. Non poco accidentata ed impegnativa! Il percorso è danneggiato anche dal passaggio dei cinghiali!. Meravigliosi i numerosi volontari ad indicare il percorso e per dar sempre una parola di incoraggiamento a tutti. Oltre a questo, il percorso è super-segnalato, non si poteva uscire dal sentiero neppure sbagliando.
Quando il cielo schiariva, il sole illuminava la pianura sottostante, le colline,  il panorama su Vittorio Veneto e sui laghetti di Savassa. Proseguo nel sottobosco quando sento alle spalle qualcuno arrivare veloce, ma molto veloce…capisco essere i primi del Troi, riconosco infatti Giovanelli prima e Moretton a ruota. Mi complimento con loro, al volo, è una gioia vedere come saltellano sulle radici e rocce, e in un attimo spariscono alla vista. Nella parte finale, quando ormai sento la voce dello speaker ,i rumori della civiltà e ho l’illusione di essere quasi arrivata, ecco alcuni saliscendi che non ti aspetti!. Comunque arrivo alla strada, è finita,  quasi mi spiace, la curva ed è tappeto rosso, in 4 ore con i complimenti anche di due belle fanciulle in costume cimbro.
 E udite, udite: anche a Renzo è piaciuta! Io sono doppiamente felice! Il ristoro finale, con ogni bendiddio, opto solo per un minestrone e ora sì, anche una birra.
Rincontro anche Sonia, Fiorenzo e Max dell’Atletica Chirignago, nei loro sorrisi, nei loro occhi riconosco le mie stesse impressioni e sensazioni! Bravi  tutti!


Nessun commento:

Posta un commento