martedì 31 maggio 2011

Cristiano

un Rico Disegn x un benvenuto a Cristiano, nato il 21 maggio, auguri e congratulazioni  a mamma Alessandra e papà Riccardo

lunedì 30 maggio 2011

Valdumella -Massicco del grappa 29.05.11

 Un giro ad anello con partenza da Schievenin, mt. 330, lungo il sentiero Cai 845. E' una bella mattinata di sole e con il leggero vento è piacevole camminare nel sottobosco (in caso contrario,sarebbe parecchio afoso e umido data la vegetazione di muschi e felci). In prossimità della forcella, una breve deviazione per vedere una galleria-deposito circolare della prima guerra mondiale.
 Si passa sul versante di Alano di Piave e si percorre una mulattiera, a tratti pianeggiante, a tratti in salita (dislivello totale 800mt). Si arriva a Cima del Col Fornel per ammirare il panorama verso la pianura, la valle del Piave e le prealpi trevigiane.
  A lato del bivio della val Cinespa e Dumela è posto un cippo commemorativo della resistenza partigiana.
Prima del 1° conflitto mondiale, fino alla disfatta di Caporetto nel '17, la valle di Schievenin era un territorio italiano, il fronte si estendeva dal M.Cevedale alle Tre Cime di Lavaredo e all'Isonzo, il ripiegamento avvenne nella linea Rovereto, Altipiani, Monte Grappa e Piave. La Valle era una linea di rifornimento per il nuovo fronte.




Uno stagno pieno di girini ..



il giglio giallo di s.Antonio
 Sasso della Capre con apertura sulla valle, la cresta Sassumà, Monte Santo e Tomatico, parte delle vette Feltrine e Lagorai .
Alta Via degli Eroi, prima su strada militare pianeggiante, poi in rapida discesa sul versante della Valle di Seren del Grappa, con ulteriore deviazione su una mulattiera dismessa, sconnessa e non tabellata, da seguire solo con ometti, fino a fondovalle all'altezza di una palestra di roccia.


un fojarol ristrutturato,caratterista costruzione del Grappa con il tetto di faggi. resistente per oltre 50 anni. Il fojarol è composto da una unica stanza adibita ad abitazione, ricovero animali con accanto una piccola costruzione, il puner, per piccolo magazzino o stanza ad uso formazione formaggi.


il raponzolo di prato con ape addetta all'impollinazione.

mercoledì 25 maggio 2011

Van Gogh. un grande fuoco nel cuore



1853-1890 un grande fuoco nel cuore, ovvero il dramma interiore di Van Gogh presentato attraverso il racconto dei suoi quadri. (Con oltre duemila dipinti, e' sorprendente sapere che in vita Vincent abbia venduto solo un quadro.)

lunedì 23 maggio 2011

Lessinia

22.05.2011 uscita in ambiente, un giro ad anello con partenza ed arrivo a Camposilvano (Velo Veronese).
Il percorso inizia con la visita al Museo Geopalentologico di Camposilvano  con l'esposizione di fossili appartenenti a diverse formazioni sedimentarie. Dietro il museo il Covolo, una profonda cavità carsica. Ripresa la strada, inizia a piovere, ma per fortuna durerà poco. Si arriva alla Valle delle Sfingi per ammirare gli  imponenti monoliti di roccia modellati nel tempo e dai fenomeni meteorici.
Dal punto panoramico del Belvedere si aprono i scorci sulle Piccole Dolomiti. Continua anche la curiosa ricerca di ammoniti, sono incredibili queste "tracce" del passato!




Si prosegue in un piccolo residuo di bosco di faggio e lungo la carrareccia incontreremo croci di pietra, muretti a secco, trincee della seconda linea della grande guerra, malghe restaurate, baite utilizzate per la lavorazione del latte, piccoli insediamenti urbani che hanno saputo mantenere le originali e genuine caratteristiche cimbre.

maratonina di Jesolo


21.05.11Moonlight haltf marathon Cavallino Jesolo
La prima edizione della Mezza Maratona da Cavallino a Jesolo quest’anno è organizzata dal gruppo della Venice Marathon. Già al ritiro pettorali in Piazza Mazzini a Jesolo la collauda organizzazione dimostra esperienza e competenza. Nonostante la lunga fila dei ritardatari, l’operazione si svolge in velocità. I bus navetta ci aspettano in Piazza Internazionale ed ad orario prescelto, ci porteranno, con largo anticipo alla partenza, Punta Sabbioni, dove è stato allestito un punto ristoro, molto utile viste le calde temperature. Continuano ad arrivare i bus e il piazzale ben presto si riempie. Ci incamminiamo nelle griglie di appartenenza e con il tramonto in laguna, alle 20,00 si parte. La prima parte  si corre con il vento contrario e un po’ di umidità, tutto nella norma insomma.
Nonostante la gara competitiva e quindi impegnativa, a differenza di altre corse , qui si respira un’aria di vacanza, di spensieratezza, dovuta alla location, al fattore notturno, alla presenza di tanti giovani, di tanti amici, di tanti atleti stranieri. Bellissimo l’effetto visivo del lungo serpentone di quasi 3000 partecipanti, tanto che nei primi 2-3 chilometri si corre ancora troppo intruppati. Cà Savio, Cà Ballarin e la strada di allarga per arrivare al centro di Cavallino. Seduti fuori dalle abitazioni o dai ristoranti, i residenti sono sempre molto affettuosi. Tra il 14° e 15° km la salita al cavalcavia sul Sile, una curva a gomito, un po’ di sterrato e siamo a Jesolo che è già buio. Si prosegue in Via Padania  e corriamo sino all’Aqualandia, svolta a destra che ci porta in via Bafile, per fortuna transennata (!). Si torna dunque indietro, sin quasi al faro, ultimo chiosco per ulteriore svolta sul lungomare.  L’ultimo chilometro da correre a tutta birra, ancora nella centralissima via Bafile per arrivare in 1:47 in Piazza Mazzini. Precisa e regolare a 5’ a km sino al 17°,poi ho perso un po’ il ritmo, ma và bene lo stesso. Medaglia, consegna chip, ritiro sacca, doccia, tutto veloce e ben gestito, nonostante il traffico del sabato sera jesolano e il moto raduno.
Ho seguito la volata al foto finish di Ruggero Pertile sul marocchino Zaid e il keniano Bett, mentre in campo femminile, netta la vittoria della marocchina Lamachi sul Marcella Mancini. Complimenti a tutti!


martedì 17 maggio 2011

ancora bavaglini

il ritorno di Mina

e dopo quasi una settimana, è stata ritrovata in un giardino abbandonato,  a due passi da casa, dopo non sò quante ore a cercarla!

10 miglia del montello

Previsioni meteo previste da una settimana : pioggia nel we. Sabato 31°, soleggiato e afoso. Domenica 10°raffiche di vento, pioggia incessante per tutto il giorno. Partiti da casa con il sole, già alle 8,00 il cielo diventa sempre più grigio finchè non arriviamo a Montebelluna. Il tempo di attendere il bus che ci porterà a Giavera e siamo già inzuppati e infreddoliti. Non và meglio alla partenza, solo un piccolo gazebo a contenerci stretti stretti. Finalmente il via, alle 9,30 e fintanto che si corre in gruppo non è poi così male. Ovviamente non sento alcuna necessità di fermarmi ai ristori per prendere una bottiglietta d'acqua, scherzando con una compagna di corsa, dico che oggi basta tirar fuori la lingua e ti puoi dissetare in abbondanza. Qualche saliscendi di cui solo due i più impegnativi. Freddo a parte, correre sotto le "lacrime dal cielo" è sempre molto piacevole. Chiudo in Parco Manin in 1:24, speravo di far meglio, ma è andata così.Il parco è semivuoto, triste, solo i gazebo stipati da chi tenta di cambiarsi e chi di raggiungere un thè caldo. Le labbra sono blu e le mani congelate, è difficile persino snodare le scarpe. E siamo a metà maggio!

mercoledì 11 maggio 2011

2° mezza San Donà di Piave

l'arrivo di Re

Manifestazione di solidarietà al magistrato Ingroia( articolo apparso su “Il Gazzettino” il 10 maggio 2011)

Ciao Rosa, se vuoi dare spazio…..

Manifestazione di solidarietà al magistrato Ingroia( articolo apparso su “Il Gazzettino” il 10 maggio 2011)

Anche Venezia partecipa alla giornata di solidarietà in favore del procuratore aggiunto di Palermo, Antonio Ingroia, il magistrato che, assieme ad altri colleghi di Palermo e di Caltanissetta, sta indagando sulla "trattativa" Stato-Mafia, e oggetto di pesantissime critiche da parte della maggioranza di Governo dopo che il testimone Massimo Ciancimino è stato arrestato per calunnia aggravata nei confronti dell’ex capo della polizia Gianni De Gennaro. Il coordinamento nazionale del Movimento Agende Rosse ha organizzato, per venerdì 13 maggio, manifestazioni di solidarietà che si svolgeranno in contemporanea in varie città italiane. Gianluigi Placella, delegato veneziano del Movimento ha organizzato una marcia denominata "Cento passi per Ingroia" che partirà alle 18,30 da Punta della Dogana, arrivando a Piazzale Roma via Zattere-Santa Margherita. Da lì una staffetta di maratoneti con podisti dell' Amatori Atletica Chirignago percorrerà il tratto pedonale del Ponte della Libertà, con l'Agenda Rossa come testimone, fino a via Palazzo a Mestre, punto finale di ritrovo di tutti i partecipanti. Nello spiazzo antistante il Palazzo Municipale alle 21,30 si darà inizio alla lettura di pagine del libro "Nel labirinto degli dei" dello stesso Antonio Ingroia.


…e su http://giovanni56.blogspot.com/2011/05/io-non-voglio-il-silenzio.html  le informazioni per chi volesse prendervi parte…..

martedì 10 maggio 2011

libertà è partecipazione

Gaber: monologhi e canzoni del Signor G, bello spettacolo-concerto di Walter Sabato  e band

mercoledì 4 maggio 2011

bomboniere

1° comunione di Sabri, ecco le bomboniere realizzate in emiane bianco, ricamato a due fili + oro, confezionato con un profumato rosario a 10grani

lunedì 2 maggio 2011

16° circuito internazionale Grand Prix strade l'Italia - Oderzo -





Reportage fotografico della corsa competitiva su strada a Oderzo che ha ospitato una bella ed impegnativa giornata sportiva.  Il programma prevedeva al mattino  la corsa per amatori e Master su un circuito di 10000 mt valevole come seconda prova Gran Prix Strade d’Italia con la partecipazione di circa 370 atleti. Nel pomeriggio la partenza di tutte le batterie maschili e femminili esordienti, cadetti ed allievi che hanno gareggiato su vari percorsi dai 500 ai 3000 mt. Alle 16,30 la gara diversamente abili Trofeo Vittoria, cui è seguita la gara internazionale Juniores/Seniores Femminili e Maschili con la bellissima vittoria di Anna Incerti e il record di gara di Daniele Meucci.