lunedì 30 maggio 2011

Valdumella -Massicco del grappa 29.05.11

 Un giro ad anello con partenza da Schievenin, mt. 330, lungo il sentiero Cai 845. E' una bella mattinata di sole e con il leggero vento è piacevole camminare nel sottobosco (in caso contrario,sarebbe parecchio afoso e umido data la vegetazione di muschi e felci). In prossimità della forcella, una breve deviazione per vedere una galleria-deposito circolare della prima guerra mondiale.
 Si passa sul versante di Alano di Piave e si percorre una mulattiera, a tratti pianeggiante, a tratti in salita (dislivello totale 800mt). Si arriva a Cima del Col Fornel per ammirare il panorama verso la pianura, la valle del Piave e le prealpi trevigiane.
  A lato del bivio della val Cinespa e Dumela è posto un cippo commemorativo della resistenza partigiana.
Prima del 1° conflitto mondiale, fino alla disfatta di Caporetto nel '17, la valle di Schievenin era un territorio italiano, il fronte si estendeva dal M.Cevedale alle Tre Cime di Lavaredo e all'Isonzo, il ripiegamento avvenne nella linea Rovereto, Altipiani, Monte Grappa e Piave. La Valle era una linea di rifornimento per il nuovo fronte.




Uno stagno pieno di girini ..



il giglio giallo di s.Antonio
 Sasso della Capre con apertura sulla valle, la cresta Sassumà, Monte Santo e Tomatico, parte delle vette Feltrine e Lagorai .
Alta Via degli Eroi, prima su strada militare pianeggiante, poi in rapida discesa sul versante della Valle di Seren del Grappa, con ulteriore deviazione su una mulattiera dismessa, sconnessa e non tabellata, da seguire solo con ometti, fino a fondovalle all'altezza di una palestra di roccia.


un fojarol ristrutturato,caratterista costruzione del Grappa con il tetto di faggi. resistente per oltre 50 anni. Il fojarol è composto da una unica stanza adibita ad abitazione, ricovero animali con accanto una piccola costruzione, il puner, per piccolo magazzino o stanza ad uso formazione formaggi.


il raponzolo di prato con ape addetta all'impollinazione.

Nessun commento:

Posta un commento