giovedì 3 febbraio 2011

3 febbraio: San Biagio

Fu' uno degli ultimi martiri cristiani. Venne straziato con i pettini per cardare la lana e poi decapitato. Per quest'ultima circostanza e perchè aveva guarito un bimbo cui si era conficcata una lisca in gola che è invocato come protettore per i mali alla gola. A questo atto risale il rito della benedizione della gola, compiuto con due candele incrociate appoggiate alla gola. 
In occasione della festa di San Biagio, mia mamma partecipa alla messa a Campobernardo per la comune benedizione della gola ma soprattutto per la benedizione di pane e dolciumi. Il tutto viene distribuito e consumato a protezione delle vie respiratorie.

Nessun commento:

Posta un commento